In Consiglio regionale la commemorazione delle vittime della tragedia aerea di Palazzo Pirelli

in Senza categoria by

Milano, 18 aprile 2019 – “Sono passati tanti anni dalla tragedia dell’incidente aereo contro Palazzo Pirelli, ma non si sono affievoliti la memoria e l’affetto per Alessandra e Annamaria, come evidenziano la partecipazione numerosa e la grande commozione di questo momento, che, pur nella sua sobrietà, testimonia sentimenti vivi e forti. Un grazie va a tutti i dipendenti del Consiglio regionale che in occasione di quel tragico evento diedero prova di grande solidarietà reciproca e di grande senso civico. La nostra istituzione ha saputo reagire subito alla tragedia con quella pragmaticità e quel senso del dovere che sono tratti caratteristici del nostro essere lombardi, ponendosi come esempio per tutti. Il Consiglio regionale continua e continuerà a istituire le borse di studio in memoria di Alessandra e Annamaria, non solo come volontà di mantenere vivo il ricordo, ma anche e soprattutto di trasformarlo in occasione e opportunità per molti giovani meritevoli”.
Lo ha detto il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia partecipando questa mattina alla commemorazione di Annamaria Rapetti e Alessandra Santonocito, le due avvocatesse della Regione che persero la vita dopo lo schianto aereo che colpì Palazzo Pirelli 17 anni fa.

La cerimonia, alla presenza dei familiari di Annamaria Rapetti (la mamma Ernesta, il fratello Gianni e il figlio Francesco) e della sopravvissuta Rosangela Capuzzolo, si è tenuta oggi al 26° piano, denominato “Piano della Memoria”, dove al termine della commemorazione è stato deposto un cesto di fiori e dove una targa ricorda Alessandra e Annamaria.
Alla cerimonia è intervenuto anche il Presidente della Giunta regionale. A seguire si è tenuto un breve momento di preghiera in Sala Pirelli.
La tragedia di Palazzo Pirelli accadde il 18 aprile 2002, quando un Piper si schiantò contro l’edificio. Annamaria Rapetti, 40 anni, originaria di Lodi, ma monzese d’adozione, lavorava dal 1993 all’ufficio legale della Regione. Esempio di grande professionalità era anche la collega Alessandra Santonocito, 39 anni, milanese. Oltre alle due avvocatesse, al lavoro nel loro ufficio al momento dell’impatto, il 18 aprile morì anche il conduttore del velivolo. I feriti furono una settantina.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*