Comunicati Stampa – di Eventi – ed Aziende – in Italia

Category archive

tecnologia

Orgoglio ‘Made in Italy’: oltre all’Eccellenza in Moda e Gastronomia, arriva per la Ricerca Italiana un Primato Stellare

in Scienza/Senza categoria/tecnologia by

Saronno,19 novembre 2017. L’Istituto Nazionale di Astrofisica guadagna il secondo posto nella classifica, pubblicata sulla rivista scientifica Nature, sulle 100 migliori istituzioni al mondo per collaborazioni internazionali ed elaborazione scientifica.

Il telescopio più grande al mondo, risultato della collaborazione tra Inaf e NASA, Arizona
Il telescopio più grande al mondo, risultato della collaborazione tra Inaf e NASA, Arizona

Il più alto gradino del podio è stato sfiorato per un pelo. Con appena l’1% di scarto rispetto alla prima, l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) si fa spazio con onore tra il  Consiglio Nazionale delle Ricerche Scientifiche francese (CNRS, 1° posto) e L’Organizzazione Europea per la Ricerca Nucleare (CERN, 3° posto) nella classifica delle top 100 collaborazioni internazionali, con la NASA in coda al sesto posto. L’elenco è stato stilato a seguito di un monitoraggio della produzione scientifica delle università ed enti di ricerca di tutto il mondo effettuata dalla rivista scientifica Nature tra il 2012 e 2015, identificata sotto la voce “Nature Index Collaboration 2016”(http://go.nature.com/2eRDfPf).
L’assegnazione del posto al vertice dell’elenco è dovuto alle numerose ed eccellenti collaborazioni internazionali tra cui la cooperazione Italia-USA per la gestione del Large Binocular Telescope (http://lbt.inaf.it/), uno dei telescopi più grandi e avanzati al mondo creato per lo studio dell’universo e dei suoi componenti e l’unico nel suo genere ad essere binoculare, avente cioè due specchi posizionati su una unica struttura. Avendo contribuito alla sua costruzione per il 25%, l’Inaf è ora proprietaria di un quarto del telescopio e di altrettanto tempo di l’osservazione.
L’eccellente lavoro di ricerca scientifica svolto dall’INAF e dalle sue collaborazioni non giova solo al mondo dell’astronomia e astrofisica, ma è utile anche per molti altri ambiti scientifici alla continua ricerca di soluzioni a grandi problematiche. Infatti, lo scorso 9 novembre 2016 è stato firmato un accordo tra Inaf e l’Istituto per la Ricerca sui Terremoti dell’Università di Tokyo per la radiografia di grande strutture geologiche e tettoniche (http://bit.ly/2g8akUq). Inutile sottolineare l’importanza degli sforzi ‘Made in Italy’ per garantire al mondo un futuro migliore caratterizzato da grande avanguardia scientifica.

Nuova acquisizione per Facebook: FacioMetrics e le sue rilevazioni di emozioni visive

in Software/tecnologia by

Saronno, 19 novembre 2016. In data mercoledì 16 novembre 2016 il colosso Facebook acquisisce la startup FacioMetrics con lo scopo di innovare e migliorare capacità e qualità di video e foto caricabili in piattaforma.

Facebook acquisisce la startup FacioMetrics
Facebook acquisisce la startup FacioMetrics

VentureBeat e il The Greensburg Tribune Review annunciano l’acquisizione avvenuta in settimana da parte di Facebook della startup spinoff della Carnegie Mellon University, negli Stati Uniti, la quale adotta un metodo di intelligence research e sfrutta la tecnologia della realtà aumentata per riconoscere e controllare movimenti del viso, espressioni facciali e azioni correlate ad esse. L’aspetto economico e finanziario legato all’acquisizione non è stato rivelato, ma il potenziale di questo acquisto potrebbe essere enorme per il futuro avanzamento e innovazione tecnologica.

 
Lo scopo primario di questo acquisto sembra quello di aumentare le modalità di interazione dell’utente con le proprie immagini, strategia abbondantemente utilizzata dalla rivale Snapchat, che sfrutta la tecnologia della realtà aumentata per attribuire al viso dell’utente varie maschere e accessori, creando un servizio divertente e semplice da usare. Il lavoro e ricerca di Fernando De la Torre (CEO di FacioMetrics) e del suo team potrebbero essere utili per individuare guidatori assonnati, analizzare in tempo reale sensazioni e reazioni di un uditorio durante un focus group e infine migliorare videogames. Quest’ultima è una strada che Facebook ha già intrapreso con il perfezionamento del suo dispositivo di realtà aumentata Oculus, il quale permette di trasmettere emozioni al proprio avatar mentre si gioca. Inoltre, Facebook ha già annunciato di stare lavorando per migliorare le dirette su Facebook Live inserendo dei filtri speciali che potranno essere applicati ai visi degli utenti in tempo reale durante le riprese.

 

FacioMetrics startup è un’azienda nata all’interno della Carnegie Mellon University (CMU) che si trova a Pittsburgh, Pennsylvania. La startup è stata creata da Fernando De la Torre, un professore e ricercatore all’Istituto di Robotica della CMU. FacioMetrics è specializzata nell’utilizzo di algoritmi di apprendimento automatico che permette a dispositivi quali smartphones di analizzare volti in tempo reale attraverso l’uso della fotocamera.

L’ultima creazione a marchio FacioMetrics è Intraface app, in grado di rilevare 7 differenti emozioni dalle facce delle persone. Intraface app è basato su un software di ricerca per l’analisi di immagini facciali che può essere utilizzato in diversi dispositivi, in grado di rilevare e monitorare espressioni facciali e sguardi attribuendone diverse sensazioni. Tuttavia, l’app è stata di recente rimossa dai vari app store.

Go to Top