Comunicati Stampa – di Eventi – ed Aziende – in Italia

Monthly archive

luglio 2010

Finale regionale Fotomodella d’Italia 2010 Lazio, appuntamento a Sabaudia

in Altro/Spettacoli/Terzo Settore by

Fotomodella d’Italia 2010 Lazio è arrivata alle fasi finali: domenica primo agosto, nella suggestiva location del Kebira Club di Sabaudia, sfileranno le 24 aspiranti fotomodelle selezionate per la finale regionale e per le prime 8 classificate si apriranno le porte della Finale Nazionale del Concorso che si terrà dal 4 al 6 Settembre a Lecce.

La manifestazione è stata organizzata da Eclectica Communication ed è patricinata dall’ABA, associazione Bulimia e Anoressia, alla quale Eclectica ha legato l’evento per sottolineare ancora una volta un messaggio fondamentale: la bellezza è sinonimo di salute e corretta alimentazione. La giuria è ancora top secret, anche se tra i partecipanti sono stati confermati dall’organizzazione esponenti della comunicazione, della moda e dell’imprenditoria romana.

“Un record di iscrizioni al concorso inaspettato: tra le tantissime ragazze che hanno partecipato è stato davvero duro scegliere le 24 finaliste” ha dichiarato il Ceo di Eclectica Communication Enrica Tarolla, “…le ragazze sono giovanissime e in cerca di un sogno e della propria strada, non tutte ce la faranno. Da noi, almeno, troveranno sempre un ambiente pulito ed una competizione sana, che le valorizzi come persone e non solo per il loro aspetto estetico”.

“Un doveroso ringraziamento agli sponsor dell’evento” ha continuato la Tarolla, “che mi hanno supportato in questa edizione delle selezioni per Fotomodella d’Italia 2010 e ai quali va il mio più sentito grazie, anche se prima di esultare attendo l’esito dell’evento, che ci sia ottima affluenza da parte del pubblico e che le aziende coinvolte siano soddisfatte del mio lavoro”.

Ricostruzione unghie Roma, il nuovo portale Nails Express

in Corsi/Nuovi siti/Roma/Terzo Settore by

ricostruzione unghie romaNasce il nuovo portale dedicato alla ricostruzione unghie firmato Nails Express, il marchio specializzato in ricostruzione unghie e benessere che lo scorso aprile aveva inaugurato il terzo Centro interamente dedicato alla bellezza delle mani. Il restyling del sito ufficiale dell’azienda consente agli utenti di navigare comodamente tra i contenuti disponibili, scoprire novità ed eventualmente anche ordinare prodotti via e-mail.

Nailsexpress.it è il punto di riferimento per tutti gli utenti che vogliono essere aggiornati sulle ultime tendenze in fatto di ricostruzione unghie e sull’universo Nails Express. I Nails Point di via Fabio Rulliano a Roma sono aperti dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 19.30 e uno staff altamente qualificato è a disposizione dei clienti anche per una consulenza gratuita.

Sul sito nailsexpress.it, inoltre, tutte le news inerenti ai corsi di ricostruzione unghie che si svoglono presso i Nails Point di Roma e una sezione dedicata alle news. Le gallery consentono di sfogliare comodamente da casa un catalogo originale con i lavori più particolari realizzati nei centri Nails Express, aggiornati costantemente dallo staff. Nails Express è anche su facebook: il social network infatti ospita un gruppo ufficiale del marchio dove gli utenti possono interagire direttamente con lo staff tecninco per informazioni e suggerimenti.

“Contemplazioni” a Salemi, il Festival delle Arti

in Turismo by

Contemplazioni SalemiRitorna a Salemi “Contemplazioni“, il festival delle arti, che presenterà alcune delle mostre del Festival dei due mondi a cura di Vittorio Sgarbi.

Il castello normanno svevo e il museo civico ospiteranno le opere di cinque artisti contemporanei: Agostino Arrivabene, Dino Valls, Grazia Cucco, Peter Demetz, Nicola Samorì.

L’obiettivo di questa straordinaria esposizione è quello di mostrare una nuova visione dell’arte attuale: non più astrattista, ma realista ed innovativa. Il visitatore non è solo uno spettatore passivo dell’opera, ma viene come invitato dall’artista a riflettere e ad interpretare le sue creazioni, che sono delle rivisitazioni, in chiave attualissima, degli stili e dei soggetti del produzione artistica del passato.

Si passa dagli inquitanti e spirituali ritratti di Valls, agli irreverenti e dissacranti “soggetti religiosi” di Grazia Cucco, passando attraverso le deliranti e visionarie interpretazioni della realtà di Arrivabene, e le geniali “deturpazioni” delle celebri opere del passato, del giovane Samorì. Inoltre viene riproposto uno dei generi scultorei più antichi, quello in legno, ma in chiave assolutamente rivoluzionaria, grazie alle opere di Demetz, che sono un interessante mix fra tradizione e rappresentazione, quasi fotografica, della realtà.

Anche quest’anno a Salemi vi aspetta uno spettacolo per gli occhi assolutamente da non perdere.

Inaugurazione:  Sabato 31 Luglio 2010 ore 17.30
Mostre da Sabato 31 Luglio 2010 ore 17.30  – A Sabato 25 settembre  ore 19.00

Castello Normanno-Svevo & Museo Civico (ex Convento dei Gesuiti)

Piazza Alicia/ Via D’Aguirre
Salemi, Italy

Visualizzazione ingrandita della mappa

La Tempesta al Globe Theatre Roma

in Roma/Spettacoli by

dal 23 luglio al 1° agosto ore 21.15 (lunedì riposo)
Giorgio Albertazzi
in
LA TEMPESTA
di William Shakespeare

Regia di Daniele Salvo
Traduzione di Agostino Lombardo
Produzione Politeama Srl

“La Tempesta” nasce in un momento molto difficile: un momento in cui tutto si confonde e degrada in una spaventosa superficialità, in un deserto umano assoluto. La nave affonda.

Shakespeare inizia con quest’immagine la sua “Tempesta”, con l’immagine di una società che cola a picco, un luogo in cui un Re e la sua corte, dalle loro lussuose stanze interne alla nave, tentano invano di dettar legge agli elementi naturali, disposti a tutto pur di salvarsi la vita, offendendo i marinai esposti alla tempesta, ostentando la loro presunta onnipotenza di piccoli uomini politici in balìa delle onde. Ma la tempesta, almeno in questo caso, è un’illusione, un artificio, una malìa teatrale organizzata da Prospero, il protagonista della pièce, che, come un direttore d’orchestra o un moderno regista, crea la realtà e la manipola a suo piacimento, intervenendo sugli elementi naturali.

Siamo al Globe, nel teatro di William Shakespeare, un piccolo universo, metafora del “globo terrestre e di tutto ciò che contiene”. Nel nostro spettacolo il teatro di Prospero, luogo di tutta l’azione scenica, è un teatro abbandonato, in “disarmo”, un luogo dimenticato da tutti, sepolto nel tempo, ricoperto di polvere e calcinacci, un luogo di illusioni private, ossessioni, attese di epifanie meravigliose, luogo della mente e della passione, luogo ormai tristemente “demodé” e senza una funzione sociale precisa.

È il luogo degli attori del mondo shakespeariano e del nostro mondo: la corte di un Re, creature fantastiche come Ariel e Caliban, spiriti e spettri, usurpatori e usurpati, vittime e carnefici. L’isola del mago Prospero coincide con il palcoscenico, pochi metri quadrati, estremo rifugio da un mondo in cui non ci si riconosce più. È un’isola bizzarra, in cui la realtà muta incessantemente, un labirinto in cui ad ogni istante è possibile smarrirsi irrimediabilmente, un luogo di riflessioni, rifrazioni, trappole mortali, miraggi ed utopie.

Il teatro diviene così il luogo di una seconda chance, il “campo di battaglia” immaginario in cui Prospero/Shakespeare si prende una rivincita sulla vita reale. Attraverso Ariel tesse una ragnatela fittissima, mette in scena il suo ultimo spettacolo e lentamente, in modo sempre più amaro e definitivo, fa i conti con la vecchiaia, l’infermità e la morte. Su quest’isola tutti i personaggi perdono l’orientamento e vagano incessantemente, preda della follia e del dolore, per ritrovare se stessi.

Tutte le loro misere certezze crolleranno di fronte alla sapienza sovrannaturale del demiurgo. Nel teatro di Shakespeare si rischia la vita, si gioca con le passioni, la fragilità, l’innocenza, la dolcezza e la violenza dell’uomo. E’ un gioco con il destino: si ritroverà la strada smarrita? Ci sarà almeno un sopravvissuto? D’improvviso la bacchetta magica si spezza, il filo si interrompe, il teatro crolla, il sipario si strappa, è finita l’illusione, non c’è più stupore e con gli occhi colmi di nostalgia, dolcezza e rabbia, non si potrà più giocare, non si potrà più accendere la fiamma, evocare fantasmi, svanire. Resterà unicamente la solitudine e l’amarezza: nella tempesta tutto si dissolverà. Ad eccezione del mare.

Forse il vero ducato di Prospero, alla fine, resterà per sempre quella povera isola sospesa sul filo dell’orizzonte, luogo più reale del reale, non toccato dalla complessità della vita quotidiana, dall’arroganza della politica, dalla protervia degli intellettuali della corte, dalla compravendita delle cariche pubbliche, governato unicamente dal sogno e dall’illusione, un piccolo teatro in chiusura, sospeso nel nulla, sull’abisso.
Daniele Salvo

Comunicato stampa

Interpreti
(in ordine alfabetico)

Prospero
Ferdinando
Miranda
Alonso (Re di Napoli)
Sebastiano (suo fratello)
Caliban
Ariel
Stefano
Francesco / Nostromo
Adriano / Capitano
Trinculo
Antonio (fratello di Prospero)
Gonzalo

Marinai/Spiriti/ gentiluomini

Giorgio Albertazzi
Tommaso Cardarelli
Roberta Caronia
Massimo Cimaglia
Pasquale Di Filippo
Gianluigi Fogacci
Melania Giglio
Massimiliano Giovanetti
Alessandro Loi
Daniele Sala
Marco Simeoli
Carlo Valli
Virgilio Zernitz

Eugenio Dura, Vasco Giovanelli,
Mirco Boscolo,
Roberto Colombo,
Valeria Brambilla,
Freddy Regazzo

Scene
Alessandro Chiti

Costumi
Gianluca Sbicca

in collaborazione con
Susanna Proietti

Musiche originali
Marco Podda

Collaboratori ai movimenti
Eugenio Dura, Vasco Giovanelli

Assistente alla regia
Alessandro Machia

Assistente del M° Albertazzi
Stefania Masala

Assistente scenografa
Fabiana Di Marco

Saggio di Salsa 2010 del GlobalFun di Roma

in Corsi/Roma by

Venerdì 23 Luglio si terrà il Saggio di Salsa della scuola Global Fun del maestro Joe Russo.

Dopo una cena di chiusura anno salsero, si esibiranno gli allievi di salsa cubana e di salsa portoricana. A seguire animazione salsa, bachata, reggaeton, revival ’70 – ’80, discodance.

L’appuntamento è alle ore 21:00 presso il locale Le Follie in via Asinari di S. Marzano 45 – zona Casal Bertone.

>> Qui altre info su costi e partecipazione

Joe Russo dopo aver studiato Danza Classica e Moderna inizia a studiare la Salsa Cubana spaziando anche nel Son e nella Rumba: tra i suoi maestri nominiamo Tony Castillo e le leggende viventi Hermano Santo e Domingo Pao.

Agli inizi degli anni ’90 scopre la Salsa Portoricana e se ne innamora perdutamente rimanendo colpito dall’eleganza e dalla sensualità dei ballerini e dalla fluidità delle geometrie; studia  con i migliori coreografi di Puertorico e New York come Papito Jala Jala, Freddy Rios, Felipe Polanco, Stacy Lopez, Tito Ortos, Jorge Santana, Angel Rodriguez, Jhesus Aponte.

Oggi Joe Russo insegna a Roma da oltre 10 anni e alcuni dei suoi ex allievi sono diventati oggi validi ballerini e insegnanti della capitale a riprova dell’efficacia dei suoi metodi didattici e dell’entusiasmo che sa trasmettere nelle sue lezioni.

Go to Top